La banda larga e la videosorveglianza


Ormai sembra proprio vero che anche in Italia si potrà utilizzare a breve la banda larga, ovvero connessioni di almeno 20 Mbit/sec; l’attuale Governo sta facendo accordi e passi in avanti per portare il nostro Paese al pari di molti altri Stati Europei.

 

L’introduzione della Banda Larga che impatto avrà sui sistemi di videosorveglianza ?

Quali benefici potremo avere?

Su quali problematiche dobbiamo porre la nostra attenzione per coglierne i reali benefici ?

Parliamo innanzitutto dei vantaggi nell’introduzione della banda larga sui sistemi di videosorveglianza basati su telecamere IP collegate in rete: trasmissione dati in tempo reale, alta definizione delle immagini, ottima fluidità del video, accesso geografico da diversi utenti contemporanei.  Conseguente aumento della qualità, della visione d’insieme e di dettaglio e dell’ usabilità.

Eventuali criticità da gestire: questi sistemi basati su IP richiedono un’infrastruttura di rete con una larghezza di banda appropriata. Oggigiorno sono disponibili molte opzioni per ottenere l’accesso alla banda larga necessaria.

Paradossalmente la velocità delle connessioni può portare a seri problemi di congestione che possono portare in stallo sistemi progettati senza la dovuta attenzione. Infatti più i video sono definiti più impegnano le risorse di rete e quelle di elaborazione.

Per esempio se una catena di 10 negozi dispone di una Control Room centralizzata, per ricevere i flussi live di 30 telecamere installate nelle varie province, si trova potenzialmente a gestire un flusso di 200 Mbit/sec in ingresso.

Come potete immaginare, le risorse informatiche  da dedicare alla sede della control room possono essere realmente impegnative rispetto alle reali esigenze.

E’ quindi essenziale utilizzare dei software in grado controllare l’ occupazione di banda per fruirne le massime potenzialità nel momento opportuno, garantendo l’assenza di congestioni.

Per continuare il nostro esempio possiamo configurare il sistema in modo tale che utilizzi la bassa risoluzione, un basso frame rate, quando vengono visualizzati contemporaneamente i 30 flussi, ed utilizzi la massima definizione quando ne viene visualizzata una sola.

Con queste impostazioni il sistema sarà sempre fluido, non richiederà l’installazione di costose infrastrutture hardware e sarà sempre stabile, reattivo e funzionale.

Vuoi saperne di più su come poter implementare un progetto di videosorveglianza basato su banda larga in modo funzionale, efficace ed efficiente?

richiedi info